Perché scegliere un fotografo professionista e differenze con foto amatoriali

Molti pensano che fotografare qualcosa o qualcuno sia un gioco da ragazzi: il continuo emergere della tecnologia in questo senso è un aspetto da non sottovalutare perché spinge sempre più persone a credere di essere diventati fotografi professionisti come un affermato studio fotografico Milano solo perché si comprende cos’è un ISO o perché si conoscono un paio di effetti fotografici interessanti.

Fotografare è una cosa molto più seria. Non a caso, anche chi lavora o è proprietario di un affermato studio fotografico Milano è una persona che ha molto studiato per raggiungere l’obiettivo di rendere felice il cliente. Essere in grado di scattare qualche foto è una cosa che possiamo fare tutti, ma saper trasformare un momento in un’immagine degna di essere scattata ed apprezzata, sicuramente no. Ed è proprio per questo che sempre più persone scelgono di evitare, per i loro eventi, l’amico o il parente con la macchina fotografica, per fare invece riferimento ad un fotografo professionista: lungi dal voler svalutare il lavoro dell’amico o del parente, in quel caso si può trattare di foto e video amatoriali, che meritano comunque rispetto ma non sono mai la stessa cosa che foto e video professionali.

Molte volte, quando una persona si rivolge ad uno studio fotografico Milano o ad un fotografo professionista, presenta dubbi e preoccupazioni che sono del tutto lecite: una coppia di futuri sposi, per esempio, vorrebbe che il fotografo fosse quasi interamente dedicato a loro, portando avanti un servizio fotografico degno di fare invidia a tutte le altre coppie di amici, ma allo stesso tempo è importante anche che si dia il giusto valore al panorama, all’atmosfera, alla location e, non da ultimo, agli invitati.

Detto questo, ciò che differenzia in particolare un fotografo professionista da uno amatoriale – o che si spaccia per tale – è proprio la capacità di ascolto, di sintesi e di analisi durante il primo incontro: un fotografo deve essere in grado di ascoltare desideri ed esigenze della coppia, ma non deve per esempio dimenticare di sottolineare i punti sui quali si soffermerà, dando così ai futuri sposi l’idea di conoscere la sua tecnica e quindi anche di potersi fidare.

Una delle preoccupazioni più diffuse di una coppia riguarda la cerimonia in Chiesa: molti fotografi poco seri o poco professionali, spesso scattano le foto disturbando l’evento e dimenticando che la cerimonia è assoluta protagonista. Un bravo fotografo deve saper immortalare l’evento e regalare emozioni, senza disturbare né i protagonisti né gli invitati.

It\'s only fair to share...
Share on Facebook5Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.